(+39) 334.8274379 saveart88@gmail.com

Questa ultima opera di GIUSEPPE VERDI, di cui io ho firmato le scene, è stata organizzata in occasione del progetto “FALSTAFF DI GIUSEPPE VERDI PRIMO PALCOSCENICO”, allestito e realizzato scenograficamente da alcuni insegnanti e dagli studenti del corso di SCENOGRAFIA DEL MELODRAMMA DI CESENA, sede distaccata dell’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA.                Questa straordinaria iniziativa è nata nel 2012 da una collaborazione dell’Accademia con ben tre conservatori:

-Conservatorio Bruno Maderna di Cesena

-Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara

-Conservatorio G. Rossini di Pesaro

 

La cooperazione è stata creata ai fini della messa in scena nell’ottobre del 2013 dell’opera FALSTAFF DI GIUSEPPE VERDI nei teatri:

-Teatro Alessandro Bonci di Cesena

-Teatro Comunale di Ferrara

-Teatro Gioacchino Rossini di Pesaro

 

Dalla documentazione fotografica e dai video, si possono notare tutti i passaggi che sono stati eseguiti nella produzione di questo evento partendo dai bozzetti, da alcuni esempi tecnici, fino ad arrivare alla messa in scena finale dello spettacolo FALSTAFF DI GIUSEPPE VERDI.

Nei video, come possiamo vedere, notiamo un cortometraggio che mostra dinamicamente le fasi realizzative ed esecutive delle scene e la produzione  di uno (Speed Video), che getta lo sguardo in sequenza velocizzata nella pittura di un fondale della prima scena, creata dai ragazzi dell’Accademia, con la guida magistrale del pittore di scena RINALDO RINALDI.

In maniera sintetica, la scena di FALSTAFF DI GIUSEPPE VERDI è ambientata su un passaggio cinematografico/reale, che parte dagli anni britannici del film di Orson Welles “Chimes at midnight”, fino ad immergersi, con uno sbalzo temporale, all’epoca della società del benessere anni ’50 ’60. Il buontempone FALSTAFF, nato già vecchio, verso le tre del pomeriggio, con i capelli bianchi e la pancia rotonda, si immerge in una serie di eventi che lo scaraventano negli anni del boom economico dove, con una serie di stratagemmi, cerca di farla franca in ogni situazione con gli altri personaggi. Nella società del perbenismo, nel quale convivono i modelli perfetti di un benessere e una spensieratezza quasi utopici, dove la gente oramai non accetta più la figura vecchia, spensierata, paradossale, teatrale del povero protagonista, Falstaff viene continuamente beffato fino all’ultima scena.

 

CAST OPERA FALSTAFF DI GIUSEPPE VERDI

Personaggi e interpreti:

 

FALSTAFF                                              Paolo Coni, Paoli Drigo

FORD                                                     Andrea Tabili, Kato Fumiyuki

FENTON                                                Enrico Giovanoli

CAJUS                                                    Viktor Mickovski

BARDOLFO                                           Luca Narcisi

PISTOLA                                                Massimo Rotundo

ALICE                                                     Maria G. Michelini, Ala Ganciu

NANNETTA                                           Yao Bo Hui, Federica Livi

MEG                                                       Serena Dominici

QUICKLY                                               Gloria Petrini

 

Maestro concertatore e direttore       MANLIO BENZI

 

ORCHESTRA E CORO DEI CONSERVATORI CESENA, FERRARA E PESARO

 

Maestri del Coro                                 Gianfranco Placci,

Aldo Cicconofri,

Paola Urbinati

 

Assistente alla Direzione                     Jacopo Rivani

 

Maestri Collaboratori                          Timuna Giguashvili,

Sang Young Jeon,

Ryo Terkina

 

Regia                                                        SIMONE TONI,

GABRIELLA MEDETTI

 

Scene                                                       LIVIO SAVINI

 

Costumi                                                   Collettivo di costume

 

Luci                                                            FIAMMETTA BALDISERRI

 

Assistenti alla regia                                Riccardo Canali

Roberta Cocchi

 

Realizzazione Costumi                             IPSIA U. COMANDINI

 

 

REALIZZAZIONE SCENE:

  1. Filosa C. Guadagnini E. Orlandi S. Rinaldi L. Savini L. Zhang M.Zhang L. Martorana G. Perilli N. Piccorossi E. Silvestri L. Sitti V. Truttero

ATTO I

BOZZETTO I ATTO LOCANDA

TECNICI

SCENA

BOZZETTO I ATTO GIARDINO

TECNICI

SCENA

ATTO II

BOZZETTO II ATTO LOCANDA

TECNICI

BOZZETTO II ATTO CASA FORD

TECNICI

ATTO III

BOZZETTO III ATTO QUERCIA DI HERNE

TECNICI